Martedì 10 dicembre è stata inaugurata presso il Museo nazionale della scienza e della tecnologia, una delle esposizioni più grandi e mai viste dedicate al grande Leonardo da Vinci.

Un progetto rivoluzionario denominato “Nuove Gallerie di Leonardo”, che nell’anno del 500esimo anniversario del genio toscano rivoluziona la storica galleria inaugurata nel 1953.

L’esposizione si concentra sul Leonardo ingegnere, umanista e indagatore della natura.

E’ un momento importante questo per la storia milanese e per la nostra istituzione, un progetto sicuramente ambizioso sia per il suo valore culturale che per la sua ampiezza, rientrando in uno dei maggiori investimenti internazionali.

Ad oggi resta la più grande esposizione permanente dedicata a Leonardo coronando un grande traguardo per il Comune di Milano.

La visita è stata improntata con un filo conduttore sia cronologico sia tematico, per consentire di seguire i diversi ambiti di ricerca e applicazione a cui si era dedicato il genio leonardesco.

Oltre 170 opere e 39 installazioni multimediali accompagnano i visitatori alla scoperta di idee, saperi e sogni che caratterizzano il pensiero di Leonardo e del Rinascimento.

Il viaggio è volto a ripercorrere la storia e la formazione di Leonardo: dalla bottega del Verrocchio e il suo interesse per le macchine e i meccanismi nella Firenze degli ingegneri toscano al disegno come metodo di indagine, conoscenza e comunicazione nei più diversi ambiti del sapere, per passare ai progetti di ingegneria e agli studi del volo e alle vie delle acque lombarde e milanesi per concludere con il contributo e all’architettura e all’influenza nella pittura lombarda del tardo rinascimento.

Concludendo, come riportato in un intervista al sindaco di Milano, Beppe Sala, “le Nuove Gallerie Leonardo sono un bellissimo regalo che il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia fa alla città e a tutti i visitatori”.

Realizzato da V.L.

Leave a Reply

Your email address will not be published.