STREET ART A LODI

LODI – FONT, HITNES, MADE 514, MACS, SEA CREATIVE, JOYS, VESOD, ETNIK sono gli artisti protagonisti del progetto Prologis Park Lodi, che coordinati dall’art director Enrico HEMO Sironi, hanno dato vita a quella che si può definire la prima galleria di urban art a cielo aperto mai realizzata a livello mondiale in un parco logistico.

Per questo progetto sono stati usati circa 40.000 metri di facciate degli edifici e serbatoi dell’acqua come tele. 

Il parco è stato realizzato da Prologis e CEVA Logistics. Prologis Inc., è il leader mondiale nel settore immobiliare, con un focus sui mercati ad elevata barriera d’ingresso e crescita, mentre CEVA è uno dei principali operatori logistici caratterizzato da una strategia non-asset based.

La trasformazione del parco rappresenta il progetto pilota per l’Italia del concetto PARKlife™ elaborato da Prologis a livello internazionale e che mira a mettere al centro non solo le esigenze dei clienti ma anche quello delle persone che lavorano e frequentano i nostri parchi logistici.

“Le opere sono maestose e hanno reso il nostro parco più accogliente e bello – racconta Sandro Innocenti, vice presidente senior di Prologis Italia – Sono convinto che ambienti di lavoro più gradevoli contribuiscano al benessere dei dipendenti”. L’obiettivo è quindi quello di pensare al parco logistico come un luogo di socializzazione, un piccolo centro urbano dove è possibile trovare una serie di servizi che vanno ad arricchire la giornata lavorativa

Gli otto artisti protagonisti del progetto hanno utilizzato circa 40mila metri quadrati di facciate degli edifici e serbatoi dell’acqua come tele per realizzare opere inedite che seppur differenti tra loro si intersecano per comunicare allo spettatore un unico messaggio costituendo al contempo una interessante fotografia della migliore creatività urbana attiva in Italia. Filo conduttore è il rapporto con la natura esaltato anche dalla presenza di giardini verticali e dal collegamento con l’ambiente circostante.

«Abbiamo realizzato un itinerario che mette al centro l’individuo e la natura. Un itinerario composto da 8 stili differenti, che vogliono creare un ritmo e una cadenza nelle forme e nei concetti lasciando a chi lo visita un senso di nuova identità e di spirito rinnovato, frutto di un perdersi e ritrovarsi nei colori e nelle forme nuove», ha commentato Enrico HEMO Sironi.

Il percorso è aperto dall’opera di LUCAFONT “Evoluzione”, un processo di trasformazione, graduale e continuo, che ci accompagna dalle origini al futuro grazie anche a un sorprendente uso degli angoli dell’edificio.

Sempre la natura è protagonista del lavoro di HITNESnel quale ritroviamo le rotte migratorie degli uccelli, scorci e suggestioni di luoghi.

 E’ ispirato ai concetti di coraggio e cambiamento, attraverso l’innovazione, l’intreccio astratto di “cuori e picche” di MADE.

 L’angolo di JOYS è caratterizzato dalla sequenza di linee parallele e incrociate che si muovono con una particolare metrica e con regole ben precise trovano perfetta armonia ed equilibrio. 

MACS utilizza un serbatoio dell’acqua per strizzare l’occhio alle opere di Andy Warhol,

mentre SEACREATIVE, sfruttando il secondo serbatoio, gioca con le stratificazioni tipiche delle cornici ospitanti i manifesti pubblicitari.

É invece VESOD a proiettarci in una dimensione onirica, un vortice dove si intrecciano figure e luoghi, valorizzati dalla presenza di giardini verticali nel simbolo dell’infinito.

Il percorso si chiude con ETNIK e la sua opera dove i volumi architettonici che rappresentano la città dove l’uomo si muove sono quasi sovrastati dal verde dei giardini verticali in un lavoro realmente tridimensionale.

Per prenotare la propria visita guidata gratuita è necessario effettuare la registrazione sul sito dedicato[is1] . Ciascuna visita prevede la presenza massima di 25 partecipanti e l’orario di ingresso è alle ore 11:00.


 [is1]https://adv.strategy.it/www/delivery/ck.php?oaparams=2__bannerid=619024__zoneid=0__cb=0e2df95bac__oadest=https://www.eventbrite.it/e/biglietti-prologis-urban-art-visite-guidate-alla-scoperta-dellurban-art-335137133187